Ferrol città

Ferrol


città


Ferrol (talora: El Ferrol e, tra il 1938 e il 1982, El Ferrol del Caudillo, 66 065 abitanti nel 2019) è un comune della Spagna nordoccidentale della Provincia della Coruña, nella comunità autonoma della Galizia. Il nome di El Ferrol del Caudillo fu dovuto al fatto che la città diede i natali al dittatore Francisco Franco, al potere in Spagna tra il 1936 e il 1975 e che impose nel 1938 al suo luogo di nascita il toponimo derivato dal soprannome el Caudillo (spagnolo per duce o condottiero) con cui fu noto in patria e internazionalmente. La località era originariamente un insediamento preistorico risalente all'età del ferro. È Pomponio Mela il primo storico a riferirsi a Ferrol, citando il Magnus Portus Artabrorum con riguardo alle insenature di Pontedeume, Betanzos e Ferrol. L'insediamento originario si sviluppò gradualmente durante il periodo medievale attorno al nucleo costituito dalla chiesa di San Xiao, evolvendosi in un centro di una certa rilevanza che per la posizione geografica era votato alla pesca e alle attività marinare e divenendo nel tempo un crocevia di rotte commerciali marittime. Nel 1371 Ferrol passò sotto il controllo dei Conti di Andrade, e in quel periodo il porto venne potenziato dalle rotte seguite dalle imbarcazioni provenienti dal Nord Europa che trasportavano i pellegrini diretti a Santiago di Compostela, e dalle vie commerciali delle navi salpate dai porti delle Fiandre o da quelli veneziani. Il Cinquecento fu il secolo d'oro per il porto di Ferrol: la Corona spagnola trasformò lo scalo commerciale e passeggeri in porto militare, e Ferrol divenne l'attracco della flotta reale. Nello stesso secolo, si provvide a costruire opere di difesa dell'approdo, con l'edificazione nel 1577 del Castello di San Felipe collocato in posizione strategica. A protezione del porto, di notte veniva tirata una catena fra il forte di San Felipe e il Castello di San Martín — le cui rovine sono poste sulla sponda opposta — in modo da sventare attacchi navali nemici. Cosa che avvenne nel 1594, anno in cui la flotta inglese cercò di impadronirsi del porto galiziano, fallendo nell'impresa. Nello stesso secolo, Ferrol fu quasi completamente devastata da un incendio. Grazie alla felice posizione, nel 1726 i Borboni elessero Ferrol capitale del dipartimento marittimo del nord della Spagna. Questo, a partire dal 1749, comportò la costruzione di molte opere infrastrutturali, fra le quali un cantiere navale militare con la capacità di cento navi. Ferrol, in cui trovò residenza la grande massa di mano d'opera addetta alla ristrutturazione dello scalo, divenne in breve la città più popolosa dell'intera Galizia. Il 25 agosto del 1800 si svolse nelle acque galiziane un'altra battaglia navale fra la flotta spagnola e quella inglese, che vide quest'ultima soccombente. In quest'occasione gli abitanti di Ferrol vennero glorificati da Napoleone Bonaparte, raggiante della disfatta inglese. Nel secolo XIX continuarono i successi dell'industria navale dell'area: il 1858 vide il battesimo della prima imbarcazione spagnola a vapore, nel 1881 si ebbe il varo della prima nave con lo scafo di ferro, infine ai primi del XX secolo risale l'inaugurazione della España, la prima corazzata iberica. Successivamente il settore navale subì una crisi che culminò negli anni ottanta del secolo passato, con una lieve ripresa all'inizio del Duemila. A fianco della tradizionale industria pesante, rifornita dalle materie prime di origine minerale provenienti dalle zone circostanti, ha avuto un notevole sviluppo l'industria della pesca e dei prodotti a essa legati.

© wikipedia

Ferrol è Il punto di partenza Il Cammino Inglese. Puoi raggiungere Santiago de Compostela in 5 giorni e Fisterra in 9 giorni.

dove dormire

mostra la lista completa